mercoledì 27 aprile 2016

Pillole (colorate) di armocromia, 3 di 3


Dopo l'introduzione e lo studio dei propri colori, è il momento della terza "pillola", pubblicata nel 2007 sul forum Capelli di fata. Come le altre, è tratta dal libro I colori della bellezza (Color Me Beautiful) di Carole Jackson.

***

Ed ecco le ultime, decisive lezioni!
Per rispondere a chi lo chiedeva: no, non si può essere di due tipi. D'altra parte, non esistono più le mezze stagioni, no?
(N.d.A.: anche se questa regola è ancora valida, le successive divisioni in sottostagioni hanno individuato cromotipi confinanti, un po' come le cuspidi in astrologia, per collegarmi a ciò che segue).
Per fare un esempio semplice, è come in astrologia: c'è chi si riconosce in pieno nelle caratteristiche del proprio segno, chi solo in parte. Capita, eccome, di trovarsi meglio solo con una parte della propria tavolozza stagionale... Ma sempre a una sola stagione si appartiene, e per tutta la vita!


LEZIONE 4
Autunno o Inverno? Primavera o Estate? Questo è il problema...

Vi siete riconosciute in un paio di stagioni tra cui è difficile scegliere, oppure solo in una, ma non vi convince. È il momento della prova del nove!

Rimettetevi nelle condizioni ideali: struccate, alla luce del sole, coi capelli coperti se tinti. Qui sotto sono indicati alcuni colori “decisivi”. Dovrete cercarli tra indumenti e sciarpe, ma anche tovaglie, borse, fogli di carta... basterà semplicemente accostarli al viso.
Tra i colori in gara, alcuni potrebbero starvi male, e la scelta sarà presto fatta.
Oppure, potrebbe starvi abbastanza bene tutti... Allora, osservate qual è il colore che, accostato al vostro viso, passa in secondo piano, valorizzando invece la vostra carnagione. Se un colore è armonico con voi, sembra fondersi coi vostri toni naturali, quindi risaltate prima voi. Se invece si nota prima il colore, vuol dire che è in contrasto con le vostre sfumature, e il rischio è che vi “sbatta”.

Il mio divano dopo aver analizzato una cliente:
un Carnevale di drappi da piegare!

Se siete indecise tra...

Inverno e Autunno: Provate prima un blu marin, un bianco puro e/o dei toni ghiaccio. Poi provate un marrone caldo, un giallo caldo e un color senape. Se state meglio col primo gruppo, siete Inverno. Col secondo, siete Autunno.

Inverno ed Estate: Provate prima un viola acceso, un blu elettrico e/o un fucsia brillante. Poi un azzurro, un lilla e un rosa polvere. Se questi ultimi vi sbiadiscono, siete Inverno. Se invece si armonizzano con voi, siete Estate.

Inverno e Primavera: Provate un fucsia, un bianco puro e/o un grigio antracite. Poi avorio, cammello e marrone dorato. Se state meglio col primo gruppo, siete Inverno. Col secondo, Primavera.

Estate e Autunno: Provate prima dei tono pastello di blu e rosa confetto. Poi un color senape e un arancio zucca. Se vi donano i primi, siete Estate. Altrimenti, Autunno.

Estate e Primavera: Provate prima un bordeaux (Nota: con tutto il rispetto per Carole Jackson, ho avuto la prova che è più efficace il grigio perla), un rosa confetto e un marrone rosato. Poi un color lime, un rosa pesca e un marrone dorato. Se state meglio col primo gruppo, siete Estate. Col secondo, Primavera.

Primavera e Autunno: Provate un color oro chiaro, un pesca, un avorio. Poi un senape, un verde muschio e un marrone scuro. Se i primi colori vi valorizzano, siete Primavera. Se vi sbiadiscono, siete Autunno.


Visto che siamo tra patite del capello... che fare, quando li si tinge?
È bene sapere prima a quale stagione si appartiene, così si può scegliere se puntare su riflessi caldi (lawsonia, toni dorati/ramati) o freddi (indigo, prugna, mogano). Poi, ci si adegua di conseguenza.
In linea di massima, se ci si schiarisce i capelli, la stagione può restare invariata (N.d.A.: le stagioni scure però rischiano di sbiadire). Se invece ci si scurisce, si acquisisce più contrasto tra viso e chioma, quindi si sta meglio coi colori di una delle stagioni “intense”: Autunno o Inverno. L’importante è rispettare la polarità freddo/caldo: se una ha toni freddi, le staranno sempre meglio i colori freddi, viceversa con quelli caldi.


LEZIONE 5
Per concludere... Le tavolozze stagionali!

Ecco l’elenco dei colori più adatti a essere indossati, sia nell’abbigliamento, sia nel trucco, stagione per stagione. Esistono anche dei colori passepartout, che stanno bene un po’ a tutti, e sono:
- il color crema chiaro (non a caso è usato dalla maggior parte delle spose, qualunque carnagione abbiano);
- il rosso chiaro, sia caldo (corallo), sia freddo (anguria);
- il pervinca scuro;
- l’azzurro acqua chiaro.
(N.d.A.: a questi, individuati da Carole Jackson, mi permetto di aggiungere il bordeaux. In anni di osservazione, non ho trovato nessuno che stesse male con questo colore! Invece, secondo la personal stylist Valentina Coccia una sfumatura adatta a tutti è l'ottanio/petrolio.)

Inverno
Bianco puro
Tutti i toni del ghiaccio: verdino, azzurrino, lilla, rosato o semplicemente grigio
Argento
Grigio freddo, sia chiaro, sia scuro
Antracite
Nero
Beige-grigio
Blu marin
Blu intenso
Blu elettrico
Blu-viola
Viola intenso
Turchese freddo (più azzurro che verde)
Verde freddo, come il pino, sia chiaro, sia scuro
Verde smeraldo
Giallo limone
Rosa shocking
Magenta
Fucsia
Bordeaux
Rosso freddo, come il lacca
Colori “proibiti”: Arancio e marrone caldo.

Estate
Beige rosato
Beige cacao
Marrone rosato
Grigio freddo, sia chiaro, sia scuro
Argento
Blu-antracite
Blu polvere, sia chiaro, sia scuro
Pervinca
Petrolio
Azzurro cielo, sia chiaro, sia intenso
Azzurro acqua, sia chiaro, sia scuro
Giallo limone chiaro
Rosa polvere
Rosa confetto
Rosa freddo, sia chiaro, sia scuro
Rosso freddo, come il lacca o il lampone
Fucsia chiaro
Bordeaux
Prugna chiaro
Lavanda
Malva
Colori “proibiti”: I toni aranciati.

Autunno
Beige caldo
Caffè
Cioccolato
Mogano
Cammello
Oro
Bronzo
Senape
Arancio zucca
Terracotta
Ruggine
Rosa pesca scuro
Rosa salmone
Arancione
Rosso-arancio
Rosso caldo, come il pomodoro
Verde lime o cedro
Verde mela
Verde muschio o bosco
Verde oliva o militare
Verde giada
Turchese (azzurro+verde)
Petrolio
Colori “proibiti”: Blu marin, rosa freddi, grigi.

Primavera
Avorio
Beige caldo
Cammello
Marrone dorato
Marrone rossiccio
Grigio caldo chiaro
Azzurro polvere scuro
Oro
Giallo canarino
Verde lime o cedro
Verde mela
Arancio chiaro, come l’albicocca
Rosa pesca
Rosa salmone chiaro
Rosa caldo, sia chiaro, sia intenso
Rosso-arancio
Violetto
Pervinca
Azzurro
Turchese
Colori “proibiti”: Nero e bianco puro.

E abbiamo finito!
Spero che le lezioncine vi siano piaciute e che vi siano utili, soprattutto.
Unica raccomandazione: non impazzite dietro alle definizioni, alle categorie... Un colore vi piace? Portatelo! Magari il vostro umore ne ha bisogno.
In teoria, io dovrei star lontana dal grigio, eppure lo indosso spesso: mi piace! L’armocromia aiuta a capire quali sfumature ci rendono più belle. Dopodiché... a ognuna il proprio stile!
***

3 commenti:

  1. Leggo quest'articolo e mi sembra tutto semplice, non facile, ma lineare, poi prendo fuori tessuti colorati e capisco che comunque analizzarsi da soli è sempre un rischio :). Mi è piaciuto il libro di Bernice Kentner, Color me a Season, lo conosci? Nel mentre ribadisco che prima o poi io passerò da quel divano pieno di drappi *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarò felice di coprirlo di drappi anche per te! :)

      Conosco di fama la Kentner, ho letto degli estratti e dei riassunti qua e là in Rete, ma purtroppo non ho ancora avuto modo di leggere il suo libro per intero.
      Ti anticipo però che uno dei prossimi post sarà sulla storia dell'armocromia, e naturalmente Color Me a Season costituisce uno studio importante.

      Elimina
  2. Aspetterò il nuovo articolo allora :)

    RispondiElimina